© 2023 by "This Just In". Proudly created with Wix.com

IncomingCall: Targa Florio da proteggere

 

 

 

 

Un fatto luttuoso ha scosso il Rally della Targa Florio due persone, il pilota Mauro Amendolia e il commissario di gara Giuseppe Laganà sono morte mentre vivevano la loro passione.

 

Una terza, Gemma Amendolia, la navigatrice e figlia del pilota della vettura iscritta alla edizione 101 del Rally Targa Florio per vetture moderne, è in lenta e difficile ripresa.

 

L'organizzazione dopo un incidente per il momento ancora inspiegabile e su cui si sta facendo luce grazie a registrazioni video, testimonianze ad analisi mediche, aveva subito annullato il Rally.

 

La parallela manifestazione legata alla Targa Florio, ma per auto storiche e che si correva su altre strade, si è svolta sino alla fine e qualcuno ha pensato fosse mancanza di rispetto.

 

No, non lo era, La Targa Florio va protetta e l'unico modo per farlo è quello di mantenere l'attenzione sulla storia, anzi sulle tante storie di vita e passione che hanno trasformato in leggenda  i luoghi in cui si correva la Targa in tutto il mondo.

 

E per proteggerla, personalmente, sono dell'idea che la versione storica e rievocativa della Targa Florio debba essere organizzata in tempi, date e modalità diverse rispetto al Rally. Così da poterla rivivere grazie alle testimonianze, al fatto che la gente si possa avvicinare alle auto nei transiti cittadini grazie ai controlli a timbro che sono punto obbligato per la contaminazione.

 

Così che la passione per l'auto si ripeta e si rinnovi. 

IncomingCall, il mio Audio Blog ospita questa volta Marco Rogano. La registrazione dello scambio di opinioni su quanto accaduto in Sicilia è stata fatta  lo scorso 30 aprile nel contesto dell'Acisport week end sul circuito di Imola.

 

Buon ascolto.

Please reload